Giuseppe Cirino Crescita personale Mindfulness

Autore, Motivatore, Sognatore. Credo nelle belle persone!

Metti la tua anima prima di tutto

Quello che ti tieni dentro e quello che ti fa male. Tutte le volte che non esterniamo ciò che proviamo ci sentiamo saturi e stanchi. La verità? La verità è che abbiamo bisogno di qualcuno con cui parlare, a cui raccontare e magari con cui condividere.

Abbiamo bisogno di parlare

Vogliamo, anche, che quel qualcuno ci dica se ci stiamo ponendo le giuste domande per le risposte che già conosciamo. Non c’è nulla di male se ci vien da piangere, se ci arrabbiamo, se frequentiamo l’insicurezza e la paura che quello che già ci ha ferito possa ricapitare.

Non c’è nulla di male perché è normale, così come è normale il voler stare meglio, la ricerca della fiducia perduta e dell’autostima, il voler sfiorare e afferrare quella felicità che ci fa paura ma che non è impossibile. Semmai indispensabile.

Cosa abbiamo da perdere?

Ci spaventa quello che non conosciamo

Possiamo vivere, non vivendo, facendo automaticamente tutto quello che da sempre rifiutiamo. Lo facciamo perché quello che conosciamo, per quanto non ci piaccia, lo conosciamo e quello che non conosciamo ci terrorizza. Se abbiamo conosciuto la felicità, la serenità, sappiamo anche vale ogni rischio possibile. Se alla fine della strada c’è quello che desideriamo il fatto che il percorso sia difficile, tortuoso, non deve impedirci di raggiungere l’obiettivo. Se è quello che vogliamo dobbiamo metterci in cammino.

Non è un percorso facile ma nemmeno impossibile

Forse arriveremo con le ginocchia sbucciate, i gomiti feriti, sporchi di fango e morti di sete ma ogni ferita, esterna ed interna, troverà cura e verrà giustificata. Verrà compresa. Arriva quel momento in cui si deve mettersi al centro, darsi valore, credersi e perdonarsi. Spegnere ogni cattivo pensiero e concentrarsi su quello che siamo e su quello che meritiamo.

Dobbiamo farlo per noi stessi

Se non saremo capiti non ha importanza, la nostra vita non dipende dal giudizio e dal consenso degli altri. La nostra vita siamo noi, le nostre ferite e in nostro modo di trasformare ogni giorno in un giorno che conta, che valga. Il nostro amore, il nostro segno indelebile nel percorso in noi e negli altri. Nessuno può pesare la nostra felicità. Siamo semplicemente vita, che poi non è semplice affatto ma nulla è semplice se c’è di mezzo l’anima. Ecco, per quanto dovremo faticare sappiamo che la nostra anima avrà il peso di ogni sforzo fatto. La pienezza della ricerca che contrasta la tristezza del vuoto. Riempiti di quello che sei e di quello che vuoi.

Se vuoi supportare questo blog e il mio percorso puoi effettuare una donazione QUI

Se vuoi entrare in contatto con me per un percorso personalizzato scopri il mio programma di Mentoring Motivazionale Personale